ITA | ENG

Contact us: +39 0966 761244/241 | info@ctlogistics.it


Tools

Copertura assicurativa

Spesso si tende a trascurare l’importanza di una garanzia assicurativa sulle merci viaggianti e si pensa che nei container il contenuto non corra alcun particolare rischio. Inoltre, è abbastanza diffusa l’opinione che, nella circostanza che le merci siano consegnate danneggiate, il vettore “in quanto assicurato” debba liquidare pienamente in ragione dei danni subiti. Tali convinzioni non trovano, ovviamente, riscontro nella realtà.

La forma assicurativa denominata tecnicamente P&I è una tutela in termini di responsabilità del vettore marittimo quindi non uniformabile ad una garanzia assicurativa danni. La Linea di navigazione perciò non potrà garantire alcuna forma assicurativa “per conto di chi spetta” né per i danni cagionati al carico durante il viaggio, né comunque nell’ambito dell’incarico che si è assunto per l’esecuzione del trasporto e per la custodia delle merci affidategli.

Vi segnaliamo che esistono dei pericoli detti “eccettuati” che possono verificarsi nel corso della navigazione/trasporto in ordine ai quali il vettore potrà eccepire il proprio coinvolgimento per un accadimento dannoso. Per inciso, qualora l’eventualità dannosa non rientrasse tra i casi definiti “eccettuati”, il vettore risponderebbe comunque entro i limiti delle convenzioni internazionali, che possono comportare un risarcimento nettamente inferiore al valore delle merci a rischio in stato sano. Deriva da ciò il pericolo, se non ben valutato, di arrecare gravi danni economici alla propria azienda.

Maggior rilievo riveste il coinvolgimento del carico in un’avaria generale al cui proposito ci limiteremo a segnalare le incombenze che i ricevitori/caricatori sono chiamati ad affrontare nel rispetto dei regolamenti internazionali. Tutte le spese sostenute dall’armatore della nave in avaria (incaglio/danno in macchina/ collisione/incendio) saranno sopportate proporzionalmente dai partecipanti al viaggio marittimo con lo scopo di portarlo a termine, preservando i comuni interessi con il minimo sacrificio da parte della nave e del carico. Pertanto, una forma assicurativa minima, dal costo assai contenuto che andrebbe ad incidere solo marginalmente nella formazione del prezzo delle merci, potrebbe rispondere pienamente all’esigenza di garantirsi una copertura sufficiente.

In buona sostanza, l’assicurato/caricatore/ricevitore potrebbe richiedere i danni direttamente al proprio assicuratore (interlocutore scelto e conosciuto) evitando di trovarsi disorientato e probabilmente non risarcito nelle dispute con compagnie di navigazione estere. Inoltre, nel caso in cui si verifichi un’avaria generale, il ricevitore che può fronteggiare l’evento con una polizza assicurativa, rimane indenne, e lascia agli assicuratori il campo a loro deputato nel rilascio delle “Average Guarantee”. Non dovrà, quindi, pur avendo già pagato il nolo, versare il previsto importo a deposito per le merci non assicurate.

La formula maggiormente adottata per mettere al riparo l’assicurato dalla quasi totalità degli eventi dannosi che possono colpire il carico è la “All Risk”. Ricordiamo che non conviene mai coprire solo una parte dell’intero percorso del trasporto: l’assicurazione dovrebbe sempre coprire tutto il tragitto (door to door).

Per determinare una copertura assicurativa corretta per il carico è importante conoscere:

  • Esatta descrizione della merce
  • Tipo di imballaggio
  • Mezzi di trasporto usati
  • Itinerario di trasporto, deposito
  • Valore da assicurare (regola generale: valore del carico + costi di assicurazione e trasporto + 10%di utile sperato)
  • Pericoli generici (ruggine, merce fragile, esplosivi etc.)
  • Condizioni particolari (condizioni della lettera di credito, etc.)

 

La polizza può essere istruita anche dopo la partenza della nave, ma non dopo il danno. La C&T Logistics è a completa disposizione nel fornire le migliori soluzioni di coperture assicurative per diverse tipologie merceologiche, attraverso seri e specializzati brokers del settore marittimo.

Non fidatevi di coloro che promettono di non danneggiare la Vostra merce durante il trasporto. Fidatevi di coloro che Vi assistono per ridurre al minimo il rischio e nel caso di danni Vi sostengono per ricevere una pronta liquidazione.