ITA | ENG

Contact us: +39 0966 761244/241 | info@ctlogistics.it


Prodotti refrigerati freschi

Requisiti degli imballaggi

Il materiale usato per gli imballaggi deve sostenere un’altezza d’impilamento di circa 240 cm. I materiali devono essere in grado di resistere all’umidità senza collassare e devono permettere un’adeguata ventilazione verticale attraverso i cartoni. Il flusso d’aria di mandata viene convogliato dal basso del container e la circolazione ottimale si ottiene con cartoni aventi fori di areazione simmetrici, sul fondo e sul coperchio.

Stivaggio

La ‘respirazione’ dei prodotti freschi refrigerati produce calore, vapore acqueo, anidride carbonica ed altri gas che possono danneggiare il prodotto e pertanto devono essere rimossi. Lo stivaggio deve permettere la circolazione d’aria attraverso gli imballaggi e attraverso tutto il carico.


Ventilazione

La ventilazione dei prodotti freschi si rende necessaria per la rimozione di calore, anidride carbonica, ed altri gas prodotti dal carico stesso. Il calore viene rimosso continuamente dalla circolazione interna dell’aria, mentre l’anidride carbonica ed altri gas vengono eliminati immettendo aria fresca dall’esterno del container. Gli sfiati di ventilazione che regolano il flusso d’aria vengono impostati manualmente tra 1 e 285 m3/ora in base alle esigenze.

Controllo umidità relativa

L’umidità relativa influenza la conservazione di molti prodotti ed in particolare la frutta e gli ortaggi, e quindi ne pregiudica la qualità all’arrivo. Se l’umidità è troppo elevata possono svilupparsi muffe o altri agenti patogeni, mentre se è troppo bassa il prodotto deperisce e si accentuano l’appassimento ed il calo peso. E’ quindi molto importante poter controllare e mantenere i livelli di umidità ottimali durante tutto il trasporto dei prodotti. Pertanto, è bene verificare prima della spedizione i valori di umidità ottimali del carico da inviare.

Cold Treatment

Lo scopo del trattamento a freddo Cold Treatment è di eliminare larve ed insetti dai prodotti trattati, utilizzando solo basse temperature, mantenute costanti per un periodo predeterminato. Normalmente le temperature oscillano tra i -0,6° C (31° F) e i 2,2° C (36° F). Se durante il trattamento la temperatura supera i 2,2° C (36° F), l’intero ciclo deve essere ripetuto dall’inizio.
Il Cold Treatment rende superfluo l’uso di insetticidi il cui uso è bandito in molti paesi.
Il Cold Treatment viene applicato principalmente per il trasporto di agrumi quali arance, limoni e mandarini, ma è comunque utilizzato anche per kiwi, mele, pere, uva, nespole, ecc. Per ottenere i massimi vantaggi dal trattamento a freddo è essenziale usare determinati accorgimenti per il buon fine della spedizione. I fattori che determinano il successo del Cold Treatment comprendono non solo il trattamento post-raccolta, la pre-refrigerazione, gli imballaggi e lo stivaggio, ma anche il costante monitoraggio svolto nei terminal e a bordo delle navi.

Modalità multi-temperature

La modifica automatica della temperatura impostata è una caratteristica che permette di mantenere il carico ad una certa temperatura per un determinato periodo di tempo, ed una volta che il tempo è trascorso la temperatura passerà automaticamente ad un altro livello precedentemente impostato. Questa caratteristica dei containers permette generalmente di impostare fino a 6 modifiche del set point durante il trasporto.